Resposabilità sociali e politiche

“I giovani vivranno in una società diversa da quella in cui hanno vissuto coloro che dovrebbero educarli al senso del bene comune; anzi, probabilmente vivranno da adulti in una società molto diversa da quella in cui oggi hanno cominciato a vivere. Quindi c’è la necessità di una formazione sempre più legata ai valori e ai principi essenziali, sensibile ai concreti contenuti storici che l’evolversi della convivenza umana viene dando all’ideale concreto di bene comune.” Questa prospettiva, tratta da Persona e bene comune nello Stato contemporaneo (1964 – Vittorio Bachelet), oggi più valida che mai, impone alle nuove generazioni nuove scoperte della esperienza della società che si trasforma, e nuove responsabili scelte per la costruzione di una società migliore, cioè di un bene comune realizzato nella nuova situazione storica.

Questa maggiore libertà e quindi responsabilità delle giovani generazioni richiede una solida formazione ai fondamenti essenziali del bene comune sotto il profilo:

della conoscenza e dei valori ideali senza stancarsi di ridare a ogni generazione il senso profondo della vita dell’uomo nella società degli uomini; della sua chiamata e responsabilità individuale e della sua solidarietà con tutti, delle sue possibilità stupende di bene. Non si tratta di nozioni e soluzioni, ma linee di fondo per una gerarchia dei valori essenziali.

della formazione morale alla responsabilità, alla saggezza, al coraggio e, naturalmente, alla giustizia. Coltivando la virtù della prudenza, che aiuta a evitare di confondere l’essenziale e il rinunciabile, il desiderabile e il possibile.

della preparazione culturale, professionale, tecnica: il bene comune non è tanto oggetto di contemplazione, quanto di operazione. La serietà dell’impegno a realizzarlo è misurata dalla serietà della preparazione dei giovani di attuarlo nella società di domani.

della sensibilità storica e della moralità civile educando i giovani al rispetto delle oneste leggi della convivenza politica e ad una consapevole attenzione alla realtà della società umana nella quale saranno chiamati concretamente a vivere.

 

Alle prese con un dibattito politico fatto per lo più di rese dei conti e reciproche accuse di tradimento, dentro i partiti e dentro le coalizioni, tra vecchi e nuovi alleati, di un tempo e di oggi, questa prospettiva di educazione, certamente più difficile, è tuttavia necessaria.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.