Raccontate quello che avete visto, sentito, toccato

Questo è ciò che ha detto Ciro Corona, l’organizzatore del campo estivo R-estate a Scampia 2017 e membro dell’associazione (R)esistenza Anticamorra, a noi ragazzi l’ultimo giorno della settimana vissuta insieme ed è ciò che vogliamo fare ora che siamo tornati.

Appena siamo arrivati ci è stato chiesto di parlare uno per uno delle proprie aspettative riguardo al campo di servizio: la maggior parte di noi non aveva mai partecipato ad un’ esperienza del genere, ma ci siamo sentiti ispirati, pronti a dare una mano e curiosi di scoprire un mondo diverso dal nostro che

presto avremmo dovuto chiamare “casa”.

Durante la settimana abbiamo trascorso la mattina lavorando nei 14 ettari confiscati alla mafia aiutando a far crescere quel bene con una grande mano da parte dei collaboratori di Ciro.

Al pomeriggio abbiamo assistito a testimonianze dirette che ci hanno permesso di informarci sul territorio e di renderci conto, nonostante la visone distorta dei media, che qualcosa sta cambiando e che tante persone, tutti i giorni, si sporcano le mani e sudano per ridare dignità e giustizia in quei luoghi. Alla sera non sono mancati momenti di festa, una passeggiata nel centro storico di Napoli e una cena con la buonissima pizza napoletana.

Quella che abbiamo vissuto non è stata solo un’esperienza faticosa, ma un’avventura capace di trasmetterci il coraggio di lottare insieme, la resistenza di fronte alla criminalità che uccide la nostra speranza e una grande voglia di vivere per migliorare il nostro futuro.

 

Chiara Ghetti

 

 

 

Articolo presente nell’uscita del 14 Settembre de “Il Momento”

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *